Video e visioni
La mostra dispone di alcuni lavori video, utili per contestualizzare gli abiti nelle varie sezioni. Lo scopo di queste immagini è anche evidenziare la ricerca, la sperimentazione e la cura artigianale posta negli abiti, che nascono con un intento e una funzione di rappresentazione e uso, principalmente per il cinema. Per enfatizzare la complessità degli abiti antichi, frutto di attenzione filologica e di una attenta ricerca storica, sono state girate con due attori, assistiti da due costumiste le vestizioni di due costumi completi (una dama dell’800 e un guerriero medievale).
Tutte le sezioni tematiche sono supportate da brevi video che aiutano a rendere coerente il contesto delle sezioni per ispirare l'utente a posizionare gli abiti nel contesto di ogni tema. Con l'uso dell'animazione al computer, per ottenere le clip in cine-grafica, le brevi opere video presenti in ogni stanza della mostra cercano inoltre di scandire il ritmo della visione, che tiene conto dei tempi medi di esposizione alle opere, proponendo una durata ideale per un'esperienza immersiva. In un mondo in cui il cinema si sta muovendo verso uno scenario sempre più assistito dalle tecnologie digitali per ricreare ambienti ed effetti, il costume rimane ancora l'elemento predominante nella maggior parte delle scene, con creazioni all'avanguardia in termini di stile e tecnica.
Sia sugli schermi cinematografici, per i quali sono stati creati, sia attraverso il percorso espositivo della mostra, gli abiti, anche se appaiono nella loro preziosa totalità, non possono farci supporre quanta attenzione sia stata prestata ai dettagli, quanta raffinata maestria è posta nella lavorazione.
Poiché i costumi in mostra sono spesso incorniciati, in ogni caso non posizionati a distanza ravvicinata, è difficile rilevare i dettagli che li rendono unici. Per questo motivo, sono state aggiunte riprese video macro per apprezzare meglio le specifiche di ciascun tessuto, di ogni ricamo, di ogni applicazione, di ogni ricamo e di ogni bottone.
Analizzare i dettagli di tessuti, finiture, passamanerie, modi di cucire, ha reso così il lavoro artigianale ancora più interessante della già magnifica panoramica dei costumi.

Massimo Mazzanti curatore video